Gli Organizzatori

Happy Hand è un’idea del Willy The King Group, convinto che lo sport sia una scorciatoia privilegiata per le relazioni tra le persone, quindi per conoscersi. Il Wtkg, Willy The King Group nel corso delle edizioni, oltre allo sport ha abbracciato e proposto arti figurative, cinema, pittura, teatro, cucina.

Il Willy The King Group nasce nel 2009 per volontà di un gruppo di amici, legati dall’affetto per William Boselli. Willy, appunto. Bolognese, 52 anni, quando era diciottenne Willy scoprì di avere un’angioma al midollo che, dopo un intervento non esattamente felice a Parigi gli ha precluso dapprima l’uso delle gambe, poi, degenerando, anche quello delle braccia. Qualche anno fa un delicato intervento chirurgico eseguito da un luminare argentino, il prof. Casasco, ha estirpato l’angioma e arrestato i progressivi peggioramenti delle condizioni di salute di Willy.

Willy ha sempre avuto una grande passione, la pallacanestro. L’ha praticata, fino a quando ha potuto e l’ha sempre seguita coltivando moltissime amicizie all’ombra dei canestri. L’idea di dar vita a un’associazione che abbia l’obiettivo di sostenere Willy e di lavorare nel campo delle disabilità nasce per celebrare con un pensiero affettuoso il nostro amico comune e la gioia dell’amicizia. Moltissimi i personaggi del mondo dello sport hanno raccolto il testimone degli amici di Willy e si sono associati al Wtkg, il Willy The King Group. Tra questi parecchi giocatori di basket, allenatori e penne prestigiose del giornalismo sportivo. Di chi stiamo parlando? Ma di loro: Sasha Djordjievic, MassimoIacopini, Cesare Covino, Nino Pellacani, Giacomo Zatti, Giacomo Galanda, Gianluca Basile, MaxAldi, Claudio Pilutti, Thomas Van Den Spiegel, Davide Lamma, Dan Gay, Paolo Moretti, EugenioCapone, Matteo Lanza, Daniele Albertazzi, Achille Gelsomini, Claudio Crippa, Alberto Bogliatto, Michele Biagetti, Alessandro Caramori, Carlo Della Valle, Mauro Di Vincenzo, Giancarlo Giarletti, Maurizio Ragazzi, Luciano Tommasini, Luisa Zambon, Oscar Eleni, Claudio Pea, Stefano Biondi.

Il Wtkg è impegnato anche nel progetto sulle disabilità “Willy torna a scuola”. E’ una lezione speciale che Willy tiene negli istituti per raccontare se stesso, il rapporto con la tecnologie e la vita, la straordinaria forza della famiglia e dell’amicizia, il mondo che si è aperto nella quotidianità delle persone disabili, grazie alla tecnologia e la domotica. “La vita è un dono fantastico” dice ai bambini delle elementari e delle medie che ha incontrato, “che vale sempre la pene di vivere con gioia”.

Le scuole interessate al progetto possono contattare l’associazione a: info@wtkg.it

 

Per sostenere il WTKG
IBAN IT56T0538702401000002553536
www.wtkg.it