happyhand-2017-3-4-giugno

La festa delle persone ha messo la quarta

Giunta alla quarta edizione Happy Hand continua ad aggiungere nuove occasioni di divertimento e spunti di riflessione, consolidando anche il ricco viatico di emozioni che porta con sé. Domenica 1 Giugno è stata una giornata davvero speciale per la pallacanestro che ha avuto molteplici fronti per affermare la propria capacità di aggregare le persone, indipendentemente dalle loro età, sesso e abilità. Dal minibasket di Cesare Covino, agli Overlimits di Marco Calamai, che affronta il disagio mentale con la pallacanestro, passando per il basket in carrozzina dei Bradipi e la voglia di stare insieme, con gioia, di tanti campioni e gente comune. Un ringraziamento particolare alle stelle dei canestri che frequentano abitualmente il Centro Sportivo Jesse Owens di Calderino nei giorni di Happy Hand, Claudio Pilutti, Nino Pellacani, Maurizio Ragazzi, Giacomo Zatti, Massimo Iacopini, Stefano Tosi, Luca Silvestrin, Daniele Albertazzi, Eugenio Capone, Achille Gelsomini, Matteo Lanza, benvenuto a bordo a Matteo Chillo, che ha festeggiato la convocazione in Nazionale giocando con gli Overlimits e un ringraziamento speciale a Paolo Moretti, il coach dell’anno per il massimo campionato, che ci ha portato i ragazzi della Stella Azzurra Roma, reduci dalle finali nazionali, squadra in cui gioca anche il figlio Davide. Grazie naturalmente ai Bradipi Bologna vice campioni d’Italia di basket in carrozzina e al loro coach Claudia Bedin che non solo hanno fornito alla gente di Happy Hand un saggio della loro abilità, tra tiri, scontri e virate a canestro, ma hanno ceduto anche ai loro coetanei della Fondazione delle Quattro Stelle di Caserta e della Polisportiva Monte San Pietro le carrozzine dando la possibilità di cimentarsi in una versione molto divertente della pallacanestro. Le emozioni a Happy Hand sono iniziate con un giorno d’anticipo rispetto al passato, perché il giovedì sera, al Cinema Lumiere di Bologna, è stato proiettato il lungometraggio Happy Rain, realizzato e diretto da Carlo Battelli. Semplicemente fantastico. All’indomani grande successo di Willy torna a scuola con alcune centinaia di ragazzi degli istituti di Monte San Pietro e Calderino, poi la staffetta alla piscina di Zola Predosa, con le campionesse Martina Grimaldi e Giulia Ghiretti. Tra le giornate di sabato e domenica, baciate da un bellissimo sole, abbiamo visto di tutto e di più: strepitoso successo della gara di torte organizzata per Happy Food, sotto l’attenta regia dello chef Massimo Ratti e dell’attore Stefano Bicocchi, in arte Vito. Coinvolgente come al solito la versione di Happy Art coordinata da Aleandro Roncarà, che si è cimentato anche con l’antica passione dei canestri accogliendo la sfida in carrozzina dei Bradipi nel tiro dalla distanza. Di grande impatto emozionale la Boxe integrata, proposta per la prima volta in Italia, ma anche il flag football, il sitting volley e il tiro con l’Arco, che gli istruttori della Compagnia degli arcieri di Monte hanno offerto sia in versione baby, sia per gli adulti.
La novità del 2014 è stata la InBoxe, versione integrata del pugilato in cui atleti disabili si confrontano sul ring con avversari che non lo sono. Il pubblico di Happy hand, numerosissimo, ha applaudito a lungo i livornesi Dario Ercolano e Giuseppe Persechino e i grossetani Giulio Bovicelli e Pier Francesco Angelini accompagnati da dal dirigente Amedeo Raffi. Un plauso particolare a Luca Giusti, allenatore apprezzato maestro di pugilato ceh ha offerto il proprio contributo anche come arbitro dei due appuntamenti. La boxe è forse il primo sport praticato dall’uomo, aiuta a scoprire non solo i propri limiti, ma anche a conoscere il proprio corpo e lo spettacolo offerto dai quattro pugili toscani, oltre ad abbattere pregiudizi e barriere invisibili, ha rappresentato anche un bellissimo spot per il pugilato che non a caso è conosciuto anche come nobile arte.
Un grazie senza fine ai Feel no Fifty che ci hanno intrattenuto nella giornata conclusiva con il loro repertorio musicale sterminato e a Laura Rampini, l’unica paracadutista paraplegica al mondo, che ha presenziato alla proiezione del documentario sulla sua vita. Bellissimo. Wtkg, Compagnia delle Arti di Romena e Polisportiva Monte San Pietro danno appuntamento a tutti al 2015, per la quinta edizione di Happy Hand, ancora più ricca di novità e di gioia.


1 Commento a La festa delle persone ha messo la quarta

  1. luca giusti

    grazieeeeeee ,un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *